Venerdì, 20 gennaio 2017

 
 
 

Epifania. Guida al “Giocattolo sicuro”

Le direttive per un acquisto a norma, evitando contraffazioni e materiali illeciti

04-01-2017
di Claudio Di Giorgio

 

“E’ tempo di acquistare giocattoli, l’Epifania è vicina. Ma attenzione ai prodotti contraffatti”. E’ l’esortazione proveniente dal portavoce di “Prima l’Italia Napoli” Rosario Lopa, con il Rappresentante di Napoli Capitale - Azione Nazionale Alfredo Catapano, alla presentazione della guida per gli acquisti sicuri.

Troppi i giocattoli introdotti in Italia che non rispondono alle norme di sicurezza, nonostante i massicci sequestri effettuati dalle Forze dell’Ordine. “I prodotti – fa sapere Lopa - vengono introdotti attraverso società di esportazione cinesi. Il mercato nero è in costante crescita. Lo Stato risulta danneggiato a causa dei ridotti introiti fiscali e le imprese produttrici di giocattoli riscontrano una diminuzione delle vendite e forti perdite economiche e di immagine”.

Nel manuale, è indicato come riconoscere un giocattolo contraffatto, attraverso un identikit che partendo dal prezzo inferiore a quello dell’originale, passa per il confezionamento talvolta privo dell’imballaggio di cartone, al marchio simile all’originale ma non identico realizzato copiando il design ed utilizzando un nome identificativo del prodotto simile. Ma molto più grave, perché minaccia la salute dei piccoli, è quanto nascosto nella qualità degli oggetti  prodotti, quasi sempre con plastica pessima e materiali considerati tossici ai fini della severa normativa europea, la quale pone particolare attenzione alla ricerca di materiali pericolosi, in particolare classificati come cancerogeni, mutageni, tossici, o allergenici.

La prima cosa da fare, dunque, è scegliere giocattoli sui quali sia stato apposto il marchio CE, in quanto sottoposti ai necessari controlli di sicurezza previsti dalla Comunità Europea: essa ha stabilito i requisiti di sicurezza per i giocattoli, destinati ai ragazzi di età inferiore ai 14 anni e le misure di sicurezza per la loro fabbricazione e vendita e che garantisce un elevato livello di protezione dei bambini. Sono vietate inoltre nei giocattoli ben 55 specifiche fragranze allergizzanti spesso presenti nei cosmetici e giochi femminili. Insomma anche la befana dovrà ben studiare prima di rifornirsi di giocattoli per i bimbi buoni.



Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi