Venerdì, 20 ottobre 2017

 
 
 

Ercolano, in Comune la commemorazione delle vittime del "Moby Prince"

Il sindaco: "La città ha il dovere di ricordare"

21-04-2017
di Luigi Izzo

 

Ercolano ricorda le vittime del naufragio del “Moby Prince”, nave affondata al largo del porto di Livorno la notte del 10 aprile 1991. Questa mattina, nell’aula consiliare del Comune, la città ha celebrato i sette uomini che persero la vita la notte del tragico incidente.
È intervenuto all’incontro Giuseppe Tagliamonte, che ha commemorato il fratello 36enne vittima della disgrazia; le sue parole hanno rievocato i fatti accaduti quella notte e le numerose indagini finalizzate a fare chiarezza sulla vicenda.
''Quella notte la città di Ercolano era il 141esimo uomo a bordo e ha il dovere di ricordare quel momento. Sono ventisei anni di mancata verità che sono uno schiaffo in pieno viso non solo ai parenti delle vittime, ma anche alla città intera”, ha dichiarato il sindaco Ciro Buonajuto, che ha condiviso il dolore dei presenti.

 Il primo cittadino, accompagnato dai familiari delle vittime e dai rappresentanti delle forze dell’ordine presenti, ha porto in omaggio una corona di alloro ai piedi della lapide commemorativa per i caduti del “Moby Prince”, recante i nomi delle sette vittime ercolanesi.



Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi