Domenica, 20 agosto 2017

 
 
 

Flavia Monti, la fotografa che cattura gli umori

A Villa Bruno le immagini delle donne catturate dalla fotografa sangiorgiese

21-04-2017
di Claudio Di Giorgio

 

Dietro alla macchina fotografica che ha immortalato i ritratti di donna  in mostra a Villa Bruno, c’è un’altra donna.

E’ Flavia Monti, giovane fotografa sangiorgese che ha esposto le sue opere a Villa Bruno incentrandole tutte  sul genere femminile. Dai suoi click emergono gli  atteggiamenti, gli sguardi  sornioni , seducenti, innamorati  accattivanti, tristi, allegri ,arrabbiati, che  mettono  a nudo le emozioni e che raccontano  storie diverse .

Foto di donne scattate da una donna che predilige il bianco e nero al colore che cerca, che studia  le fisionomie,  le espressioni  dei volti delle sue donne  che consentono di raggiungere i sensi altrui, attirando  l'attenzione come segnale  della comunicazione .

E’ tutto questo che l’esposizione delle 15 foto di Flavia produce nell’attento osservatore, frutto della padronanza tecnica che le consente immagini impeccabili . Tutto per lei è fonte di ispirazione e se ne va in giro con la sua Reflex dotata di teleobiettivo ad alta risoluzione  soprattutto in cerca delle donne e dei loro sguardi che diventano  il leit motiv delle sua straordinarie rappresentazioni .

Dal carattere deciso ,senza compromessi,  ma nello stesso tempo dolce nei rapporti umani Flavia è  la prova concreta che smentisce l’idea Freudiana  che  la superiorità  dell’uomo sia  una questione di biologia . Una esposizione che  precede di poco la XIX Settimana della Cultura e del Patrimonio che si svolge a San Giorgio a Cremano, dal 23 al 29 aprile a cura della Pro Loco.



Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi