Sabato, 16 dicembre 2017

 
 
 

Panico a Boscoreale: tentato sequestro alla scuola “Santa Maria Salome”

Un uomo scende dalla sua macchina ma viene fermato dalle urla della vittima e dei testimoni presenti sulla scena

06-12-2017
di Marco De Rosa

 

Attimi di panico dinanzi alla scuola elementare di Santa Maria Salome a Boscoreale. Una madre ha accompagnato la sua bimba presso l’istituto scolastico boschese, prima di essere sorpresa da un uomo, a bordo di una Fiat Punto di colore grigio, il quale, è sceso dalla macchina ed avrebbe tentato di sequestrarla.

Dalla tranquillità del luogo si è improvvisamente scatenato l’inferno: urla e paura della vittima e delle persone al momento presenti sul posto, essendo un luogo molto frequentato, soprattutto nelle ore di apertura delle scuole.

L’uomo, apparentemente sulla cinquantina, dopo alcuni attimi di resistenza, ha mollato la presa ed è fuggito via, vistosi accerchiato anche per la presenza di altri genitori che in quel momento stavano accompagnando, come la donna, i propri figli a scuola. La vittima, sotto choc per alcune ore, ha raccontato alle Forse dell’Ordine l’accaduto, cercando di fornire il maggior numero di dettagli per incastrare l’aggressore, che nel frattempo ha fatto perdere le proprie tracce.

Secondo le prime testimonianze raccolte sul posto, nessuno sarebbe riuscito a segnare il numero di targa dell’automobile su cui viaggiava l’aggressore: nel frattempo, i genitori hanno chiesto rassicurazioni, non solo alle forze dell’Ordine, presenti con alcune pattuglie in serata nel corso dell’orario di chiusura della scuola, ma anche dalla presidenza dell'Istituto scolastico, cercando di studiare un deterrente tale da scongiurare altri atti del genere. 



Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi