Venerdì, 20 gennaio 2017

 
 
 

Piano Napoli, droga. Condannati i pusher del clan Tasseri

Pene durissime in primo grado per 24 imputati

10-01-2017
di Redazione

 

Boscoreale. Il clan Tasseri controllava il mercato della droga al Piano Napoli. Ventiquattro pusher sono stati condannati in primo grado dal giudice. La condanna più alta (20 anni di reclusione) per Raffaele Tasseri.

Si è dunque chiuso il maxi-processo, nato nel 2015 dopo l’omicidio del giovanissimo Mauro Buonvolere, freddato il 7 febbraio di quell'anno, a soli 21 anni, da 6 colpi di pistola esplosi in un isolato al buio della "Scampia del Vesuviano".

Secondo gli inquirenti, l'esecuzione in piena regola sarebbe da ricollegare al difficile passato della giovane vittima, con precedenti per droga fin da minorenne.

Nel dettaglio, tutte le condanne: Raffaele Tasseri 20 anni; Giuseppe Tasseri 12 anni; Ciro Tasseri 12 anni; Michele Tasseri 12 anni e 10 mesi; Maria Rosaria Tasseri 18 anni e 4 mesi; Rolletto Angelo 14 anni e 8 mesi; Raffaele Zaccone 10 anni e 8 mesi; Zaccone Gennaro 15 anni; Giovanni Sarnataro 10 anni e 8 mesi; Giuseppe Gallo 20 anni; Giuseppe Longobardi 19 anni; Luigi Siena 5 anni e 8 mesi; Antonio Errichiello 8 anni e 8 mesi; Ciro Di Locaso 11 anni e 4 mesi; Gennaro Tasseri 10 anni e 4 mesi; Fabio Festa 9 anni e 4 mesi; Rosa Ciabatti 9 anni e 2 mesi; Salvatore Allocca 9 anni e 4 mesi; Assunta Vaiano 9 anni e 4 mesi; Sharon Tasseri 8 anni e 4 mesi; Raffaele Sarnataro 9 anni e 4 mesi; Argentina Improta 9 anni; Antonietta Coppola 8 anni e 6 mesi; Emiliana Capasso 8 anni e 6 mesi.



Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi