Domenica, 19 novembre 2017

 
 
 

Presentato a Castellammare il progetto Cantieri Viviani

Una serie di laboratori, spettacoli, mostre dedicate al drammaturgo stabiese

10-01-2017
di Alessandro Genovese

 

Un intervento culturale multidisciplinare realizzato per promuovere, attraverso molteplici laboratori e spettacoli originali, la conoscenza dell’opera e dell’arte di Raffaele Viviani, drammaturgo, poeta, compositore ed attore nato a Castellammare di Stabia il 10 gennaio del 1888.

Proprio nel giorno dell’anniversario della nascita di Viviani che la sua città Natale lancia il progetto “Cantieri Viviani_Premio Viviani”, ideato e coordinato da Giulio Baffi, promosso dalla Fondazione Campania dei Festival e finanziato con fondi PAC, realizzato in collaborazione con il Comune di Castellammare di Stabia.

La presentazione è avvenuta nei nuovi spazi del Teatro Karol che sorge nei presso della Chiesa di Sant’Antonio da Padova e che è stato sottoposto a radicali interventi di restyling estetico e funzionale e che ritorna in attività diventando sede principale e stabile dei “Cantieri Viviani_Premio Viviani”.

All’evento di lancio del progetto erano presenti oltre all’ideatore Giulio Baffi, anche il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, il presidente della Fondazione Campania dei Festival Luigi Grispello, e il sindaco di Castellammare, Antonio Pannullo.

Laboratori teatrali, musicali, graphic-design, video, fotografici, di lettura, di scrittura, saranno finalizzati alla conoscenza e all’approfondimento della figura e dell’opera di Raffaele Viviani attraverso la conoscenza della sua opera e l’elaborazione di prodotti spettacolari originali in cui dovrà essere coinvolta una platea formata preminentemente da giovani.

L’attività della prima fase si concluderà a Castellammare di Stabia con il “Festival Viviani – Premio Viviani”, dal 24 al 28 maggio 2017 di mostre, incontri, iniziative spettacolari e culturali e la consegna del “Premio Viviani” ad una figura che si sia particolarmente distinta nel campo del teatro e della cultura. 



Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi