Martedì, 22 gennaio 2019

 
 
 

Armeria clandestina scoperta a Rovigliano

Pistole, fucili d’assalto e centinaia di munizioni conservate in bombola di metallo: un arresto

09-01-2019
di Redazione

 

Un’autentica armeria clandestina al confine tra Torre Annunziata, Pompei  e Castellammare di Stabia.

La scoperta è della Guardia di Finanza che nella serata di martedì 8 gennaio ha scovato un deposito di armi a Rovigliano.

Il deposito era all’interno di un’officina artigianale adibita alla lavorazione di materiale ferroso e metallico. Il proprietario del deposito è Domenico Casadei, originario di Torre Annunziata già con precedenti specifici per detenzione illecita di armi, traffico di sostanze stupefacenti, rapina e associazione per delinquere.

Sequestrate 7 pistole/revolver, 1 fucile, 1 silenziatore e oltre 600 munizioni di vario calibro, tra cui 1 fucile utilizzato dalle truppe d'assalto israeliane, 2 Smith & Wesson 357 magnum e 2 colt 44: erano tute conservate in bombole metalliche sottoposte poi a saldatura e riverniciatura.

Casadei è stato arrestato e portato in carcere a Poggioreale.

VAI AL VIDEO



Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi