Martedì, 22 gennaio 2019

 
 
 

Cava Sari, 7 attivisti condannati. Assolti in 12 per la “rivolta” anti-discarica

Sette manifestanti incassano un anno e due mesi (pena sospesa)

22-03-2016
di Salvatore Piro

 

BOSCOREALE/TERZIGNO. Processo Cava Sari: 12 assoluzioni e 7 condanne in primo grado per la rivolta anti-discarica del 2010. I giudici del Tribunale di Torre Annunziata hanno inflitto un anno e due mesi di reclusione (pena sospesa) ai soli Antonio, Raffaele, Paolo e Francesco Galasso, Mario Balzano, Maria Bruno e Maria Rosaria Matrone, manifestanti che per l’accusa si scontrarono con la polizia di scorta ai camion dei “veleni” in transito nel Parco del Vesuvio.

Assolti con formula piena il professore universitario Angelo Maria Genovese, Salvatore Cirillo, Salvatore Alasci, Virginia Casillo, Luigi Casciello, Vincenzo Iandolo e Felice Di Matteo, gli attivisti del “Movimento Difesa del Territorio Area Vesuviana” (assistiti dal collegio LegalTeam Italia/Europa degli avvocati Liana Nesta, Cristian Valle, Giorgio Bonamassa e Daniela Torro). Assolti pure Pasquale Colella e Teresa Cirillo, difesi dal solo legale Arturo Panariello. Tutti erano accusati a vario titolo di minacce e resistenza a pubblico ufficiale.

Tra 90 giorni il deposito delle motivazioni della sentenza. Solo allora i giudici decideranno se inviare atti in Procura a carico dei poliziotti Pasquale Trocino e Giuseppe Bisogno, per i presunti reati di falso ideologico e falsa testimonianza. La richiesta venne fatta in udienza dall’avvocato del LegalTeam Liana Nesta. Attesa a breve una conferenza stampa nella sede de “La Stazione”, l’associazione di volontariato di via Giovanni Della Rocca a Boscoreale. Il “Movimento” spiegherà pubblicamente la propria versione sulla storia delle indagini e del processo. Processo già definito dai manifestanti - in alcuni volantini distribuiti nel Vesuviano – come “politico/penale”.



Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi