Giovedì, 15 novembre 2018

 
 
 

Torre Annunziata. Pronto l’appalto per la seconda foce del fiume Sarno

Riqualificazione ambientale e adeguamento del canale Bottaro. Lavori per 7,7milioni di euro

06-11-2018
di Marco De Rosa

 

Seconda foce del Fiume Sarno: indetta la gara d’appalto che comprende i lavori di adeguamento del canale Bottaro.

Con il decreto dirigenziale n° 229 del 24 ottobre scorso, la Regione Campania ha indetto una gara d’appalto per servizi di progettazione e costruzione di opere inerenti al “programma degli interventi di mitigazione del rischio idraulico di interesse regionale afferenti il bacino idrografico del fiume Sarno”.

Una gara d’appalto, del valore complessivo di oltre 7,7 milioni di euro, suddivisa in tre lotti con lavori che verranno effettuati nell’arco di 4 anni: tra questi figurano opere di riqualificazione ambientale a Torre Annunziata e, nello specifico, l’adeguamento del canale Bottaro a seconda foce del fiume Sarno”.

Dopo l’approvazione, avvenuta lo scorso settembre, della delibera con cui si riformulava interamente il cronoprogramma di interventi per il Grande Progetto Sarno, i nuovi lotti in programma sono destinati ad accelerare i lavori di creazione di una seconda foce del fiume a Torre Annunziata, nella zona di confine con il comune di Castellammare di Stabia.

La scadenza prevista del bando è fissata al prossimo 14 dicembre dopodiché, espletata la procedura, si inizieranno i lavori che interesseranno anche altri comuni appartenenti al bacino idrografico del fiume Sarno.

Un appalto, indetto dalla Regione Campania, che in gran parte raccoglie le indicazioni che nel corso degli ultimi giorni sono giunte dal sindaco di Castellammare di Stabia Gaetano Cimmino. Il primo cittadino stabiese, dopo lo sversamento di plastiche e rifiuti venuto alla luce negli ultimi giorni di piogge, denunciò l’accaduto e ha presentato un esposto in Procura, augurandosi poi che anche il comune di Torre Annunziata “si convinca della necessità urgente di realizzare la seconda foce del Sarno, un progetto da noi approvato in occasione dell'ultimo consiglio comunale, per mitigare il pericolo di esondazioni sul versante di via Ripuaria”.

VAI AL VIDEO

IL DISASTRO ECOLOGICO



Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi