Lunedì, 27 maggio 2019

 
 
 

Napoli, svolta nelle indagini: identificato l’uomo che ha sparato a Noemi

Fermato a Siena il presunto autore dell'agguato e il fratello: lo avrebbe aiutato a fuggire. A entrambi contestata la premeditazione

10-05-2019
di Redazione

versione accessibile dell'articolo

 

Svolta nelle indagini sul ferimento di Noemi, la bambina di 4 anni ferita in un agguato in piazza Nazionale a Napoli lo scorso 3 maggio.

Fermato A.D.R., originario dei Quartieri Spagnoli: sarebbe stato lui ad aver sparato tra la folla per tendere un agguato a Salvatore Nurcaro. Fermato anche il fratello, ne avrebbe agevolato la fuga.  Il primo si era rifugiato a Siena, il secondo a Nola. A entrambi viene contestata la premeditazione. Le richieste di convalida dei fermi saranno formulate nelle prossime ore.

All'operazione, secondo quanto appreso avrebbero partecipato agenti della polizia, finanzieri e carabinieri di Napoli. A.D.R. si trova ora nella caserma dei carabinieri di Siena. Secondo il procuratore di Napoli Giovanni Melillo, “il raid è maturato in pieno contesto camorristico”. Secondo quanto si e' appreso, sarebbero state determinanti alcune intercettazioni gia' in corso sui due indagati a portare gli inquirenti sulla pista giusta. Attivita' poi corroborate da elementi (immagini dei sistemi di videosorveglianza, identikit e notizie raccolte sul territorio) che hanno dato esito positivo. 

IL SOSPIRO DI SOLLIEVO -  LA SUPPLICA


Dì la tua...

 

Leggi i commenti

non ci sono commenti

Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi