Giovedì, 15 novembre 2018

 
 
 

Seconda foce del Sarno. Ascione: “La regione non rispetta gli impegni presi”

Il sindaco chiede lumi: previsto incontro con Bonavitacola. “Nessuno ci ha risposto su soluzioni alternative”

06-11-2018
di Marco De Rosa

 

Adeguamento del canale Bottaro a seconda foce del Sarno, il sindaco di Torre Annunziata corre ai ripari chiedendo soluzioni alternative.

“Dopo l’uscita del decreto – ha annunciato Vincenzo Ascione – ho richiesto un incontro urgente in regione Campania con il vicepresidente Fulvio Bonavitacola per capire come mai non abbiamo ancora ricevuto risposte su proposte alternative e perché non si rispettano gli impegni presi”.

Il riferimento è volto allo studio affidato a fine giugno 2018 all’Università Federico II di Napoli: un’iniziativa nata dopo l’audizione in commissione ecomafie, a cui partecipò proprio il vicepresidente della regione Bonavitacola. L’auspicio era quello di evitare una seconda bomba ecologica a Torre Annunziata con “un’alternativa funzionale da un punto di vista idraulico”, dichiarava allora il primo cittadino oplontino. “Neanche su questo ci hanno aggiornato”, ha replicato oggi Ascione.

IL GENIO CIVILE ORDINA LA RIAPERTURA DELLA GRIGLIA -  L'OPPOSIZIONE INCALZA: LE PROTESTE DI CIRO ALFIERI E PIERPAOLO TELESE -  IL COMITATO GENTE DEL SARNO CONTRO CIMMINO: "SCELLERATO" -  LE ACCUSE DI CIMMINO -  LO SFOGO DI AVITABILE -  LA RABBIA DI BUONDONNO (GOLFO DELLE MERAVIGLIE) -  LA GARA D'APPALTO



Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi