Lunedì, 15 ottobre 2018

 
 
 

Seconda foce Sarno. Alfieri: “Castellammare non ha capito la gravità della situazione”

Divampa la polemica dopo la decisione del consiglio comunale. I comitati: “Uno schiaffo al nostro territorio”

10-10-2018
di Redazione

 

“Forse i consiglieri comunali di Castellammare di Stabia non hanno compreso bene la gravità della situazione. Noi faremo di tutto per evitare la seconda foce del fiume Sarno” – è il commento del consigliere comunale di Torre Annunziata Ciro Alfieri.

All’indomani dell’approvazione della variante al piano regolatore del Comune di Castellammare di Stabia finalizzata al completamento della riqualificazione e recupero del fiume Sarno, non si placano le polemiche.

“Sono sicuro – continua Alfieri – che i politici stabiesi non hanno compreso realmente ciò che hanno determinato con il voto espresso ieri. Dobbiamo ascoltare i bisogni del territorio e delle popolazioni limitrofe. Ecco perché io, assieme a tutto il consiglio comunale di Torre Annunziata, che si è espresso all’unanimità in merito, continueremo la battaglia affinché la seconda foce non si realizzi, utilizzando tutti gli strumenti a nostra disposizione e coinvolgendo anche la Regione”.

Per i rappresentanti del Comitato Gente del Sarno: “La posizione della maggioranza stabiese stabilita nel consiglio comunale è uno schiaffo ai 39 comuni che ruotano attorno all’area del Sarno. La loro decisione, comunque, è irrilevante vista la posizione delle altre città interessate”.

La senatrice del Movimento Cinque Stelle, Virginia La Mura, dal canto suo ha dichiarato in una nota stampa che “prioritario è il problema disinquinamento. Contemporaneamente, c’è poi la necessità di sedersi a un tavolo con i cittadini e le istituzioni per decidere il miglior progetto possibile per il fiume Sarno, strategico anche per il progetto di sviluppo della Buffer zone".

CASTELLAMMARE DICE Sì ALLA SECONDA FOCE DEL SARNO



Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi