Lunedì, 27 maggio 2019

 
 
 

Torre Annunziata, ecco il nuovo stadio Giraud che ospiterà le Universiadi LE FOTO

La ditta Giannelli Impianti srl e la EdilTecno di Attilio Cuccurullo hanno apportato varie migliorie. Consegna prevista per la prossima settimana

16-05-2019
di Gianluca Buonocore

versione accessibile dell'articolo

 

Manca ormai davvero poco per la fine dei lavori di restyling allo stadio Giraud. L’impianto di Torre Annunziata è stato infatti interessato da alcuni interventi di miglioria in vista dell’inizio imminente delle Universiadi.

Il Giraud ospiterà, infatti, gli allenamenti delle varie rappresentative che saranno in Campania dal 3 al 14 luglio.

I LAVORI. A eseguire i lavori di adeguamento e riqualificazione dello stadio è stata la ditta Giannelli Impianti Srl, con la EdilTecno di Attilio Cuccurullo, in subappalto, che si è interessata dei lavori edili. Direttore e responsabili dei lavori e della sicurezzaè stato il geometra Francesco Di Gennaro, il responsabile del procedimento l’architetto Pasquale Caraviello e infine il capo cantiere Giuseppe Cataldi. Il costo complessivo dei lavori è stato di 368mila euro circa.

GLI INTERVENTI. Il Giraud ha subito in particolare il rifacimento degli impianti anti incendio, solo parziali invece per quelli elettrici e idraulici. Rimessi totalmente a nuovo tutti i servizi igienici, sia negli spogliatoi che in tribuna. Ritinteggiati anche i vari locali all’interno dello stadio oplontino, che avrà anche una nuova lavanderia, che prima sorgeva proprio sotto la curva sud. Nuova gomma per l’ingresso al campo di gara.

Andando proprio al campo di gioco saranno presto installate delle palline di polietilene sotto il sintetico per dare una nuova linfa al rettangolo di gara. Inoltre è ben visibile la rinnovata centrale elettrica.

Messo in sicurezza anche il varco che dall’autostrada porta direttamente al settore ospiti. E’ stata infatti creata una grata che terrà lontani i tifosi dalla roccia adiacente ai binari della circumvesuviana.

Nella stessa tribuna sono stati eliminati i sediolini delle ultime due file, ritenuti fin dal 2000 (anno della prima riapertura) inutili ai fini della visione della partita. Dipinte perfino le ringhiere con i colori ufficiali delle Universiadi. Mentre l’angolo bar ha ricevuto un importante restyling così come la tribuna stampa, ripavimentata sul retro.

Il progetto dell’architetto Liberata Barba non ha previsto, infine, migliorie importanti agli spalti poiché non vi saranno gare ufficiali.

Lo stadio Giraud sarà pronto probabilmente entro la prossima settimana e sarà uno dei primi impianti a essere terminato per la kermesse.

VAI ALLE FOTO


Dì la tua...

 

Leggi i commenti

non ci sono commenti

Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi