Sabato, 25 maggio 2019

 
 
 

Torre Annunziata, incubo racket. Telese: “La camorra ha rialzato la testa”

Reazioni dopo l’attentato al minimarket. Iovane: “Serve più unione tra i cittadini”. Il sindaco Ascione: “Condanno l’episodio”

23-04-2019
di Gianluca Buonocore

versione accessibile dell'articolo

 

Non sono tardate ad arrivare le reazioni da parte delle forze politiche, dopo la bomba carta scoppiata ieri sera all’esterno di un minimarket in corso Vittorio Emanuele. Se per Pierapolo Telese la camorra ha rialzato la testa, per il leghista Mauro Iovane c’è bisogno di più unione in città. Mentre il sindaco Vincenzo Ascione, condannando l'episodio, ha evidenziato l'importanza dell'Osservatorio per la Legalità.

TELESE (LISTA CIVICA). “La camorra ha rialzato la testa, mettendo in campo una strategia della tensione, che ha il fine preciso di rimarcare il controllo del territorio – ha dichiarato- Il fatto che l’attentato sia avvenuto in un momento in cui la città si stava ripopolando è un segnale inquietante. Bisognerà indagare sulle reali motivazioni, che sono alla base del gesto. Del resto quell’esercizio già nei giorni scorsi era stato bersaglio di avvertimenti inquietanti. La città non ha ancora dato una risposta e resta attonita rispetto a questi segnali. La reazione che pare più debole è quella delle forze politiche, che appare insufficiente a contrastare il fenomeno. Spero in una mobilitazione da parte della Torre Annunziata bene. Tornare agli anni bui è un pericolo da evitare”.

ASCIONE (SINDACO). Vincenzo Ascione, sindaco di Torre Annunziata, ha condannato il raid. “Mi dispiace che succedano ancora atti del genere. Abbiamo piena fiducia nel lavoro delle forze dell’ordine. Già in passato abbiamo scritto alla Prefettura e ci sono già tutte le attenzioni del caso. Per il resto c’è l’Osservatorio per la Legalità, con il quale individueremo delle iniziative. Come primo cittadino non ritengo necessario aumentare il livello di visibilità di questi episodi vandalici”.

IOVANE (LEGA NORD). Ha parlato di unione anche Mauro Iovane, consigliere della Lega Nord. “L’episodio di ieri è stato a dir poco sconcertante. Non è facile trovare una soluzione, ma dobbiamo sperare che tutti i commercianti comincino a denunciare. Servono più controlli, ma da soli non bastano. C’è bisogno di più compattezza tra forze dell’ordine, commercianti e cittadini. A Torre Annunziata ognuno cammina un po’ a modo suo, ma non è così che si risolve il problema”.

AVVISATO (GD). “Confidiamo che la magistratura e il sindaco Ascione vigilino attentamente su quanto sta avvenendo ormai da mesi – ha affermato infine Salvatore Avvisato dei Giovani Democratici assieme al responsabile sicurezza del Pd Davide Guglielmino-  Inoltre auspichiamo che si dia un concreto sostegno ai commercianti torresi, già duramente colpiti da una persistente crisi economica sul nostro territorio. La nostra città ha tutte le carte in regola per ridiventare il fiore all’occhiello della nostra provincia e per questo chiediamo più concretezza e una maggiore azione amministrativa da parte del nostro governo locale”.

L'APPELLO DEI RIFORMISTI NEL MEZZOGIORNO -  LA REAZIONI DELL'OSSERVATORIO E DI LIBERA -  LA BOMBA


Dì la tua...

 

Leggi i commenti

non ci sono commenti

Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi