Mercoledì, 21 agosto 2019

 
 
 

Uccide la figlia e tenta il suicidio: rinviato interrogatorio

La decisione a causa delle “delicate condizioni fisiche e psichiche”: Salvatore Narciso resta piantonato in ospedale

16-07-2019
di Redazione

versione accessibile dell'articolo

 

Uccide la figlia di 16 mesi lanciandola dal balcone e poi tenta il suicidio: rinviato l’interrogatorio a Salvatore Narciso, a causa delle sue “delicate condizioni fisiche e psichiche”. A dirlo è il magistrato che sta indagando sulla tragedia di San Gennaro Vesuviano.

Per Narciso non c’è stato alcun provvedimento restrittivo nei suoi confronti, ma è piantonato in ospedale. L’uomo, 35 anni, è intubato in prognosi riservata, ma non sarebbe in pericolo di vita ed è guardato a vista dai carabinieri che indagano su quanto accaduto nell’appartamento di via Cozzolino 117.

Il magistrato concorderà una nuova data dopo aver sentito il parere dei medici.

IL TENTATO SUICIDIO


Dì la tua...

 

Leggi i commenti

non ci sono commenti

Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi