Lunedì, 25 marzo 2019

 
 
 

Caos Progressisti e Democratici, Muto: “Nessun problema con il sindaco, solo illazioni”

Il segretario del partito sconfessa il primo cittadino. “Fiducia nel vicesindaco Veltro”

11-01-2019
di Marco De Rosa

versione accessibile dell'articolo

 

“Nessun problema nei Progressisti e Democratici. Sono solo illazioni”. Il segretario dei Progressisti e Democratici Antonino Muto sconfessa il sindaco Ascione e mette a tacere le voci che volevano malumori e “mal di pancia” all’interno del partito.

LA PACE. La pace ufficializzata dopo l’ultimo “equivoco” (così come l’hanno chiamato, ndr) in occasione del consiglio comunale del 20 dicembre scorso deve continuare a durare. Potrebbero essere spiegate così le dichiarazioni del segretario, in riferimento alle ipotesi di rimpasto che continuano ad alimentarsi. Il tutto nonostante il sindaco Ascione abbia più volte ribadito di “aver consolidato il legame della coalizione”.

IL PESO DI VELTRO. Il malumore è legato anche alla situazione che riguarda Gaetano Veltro, su cui grava un avviso di conclusione indagini per falso ideologico e truffa. Il fatto riguarda la sua attività di consulenza automobilistica e risale al 2016 quando non ricopriva cariche istituzionali.

L’APPOGGIO DI GERARDO SALVI. “Tocca al sindaco decidere con chi proseguire il lavoro in giunta, non certo a noi”. Così il capogruppo in consiglio comunale dei Progressisti e Democratici Gerardo Salvi che poi tenta di gettare acqua sul fuoco. “Col sindaco in passato ci sono state alcune incomprensioni, che però abbiamo superato per tenere unita la maggioranza”.

PROBLEMI DI COMUNICAZIONE. Se da una parte il sindaco Ascione manifesta l’esistenza di un problema con i “Progressisti e democratici”, dall’altra anche Maria Longobardi smorza i toni e si associa in parte alle parole del primo cittadino: “Forse è vero che c’è stato un problema, ma soltanto di comunicazione. C’è stima e fiducia nei confronti di Veltro, per cui dobbiamo soltanto sederci al tavolo e proseguire con il nostro lavoro”.

IL NUOVO INCONTRO. Resta comunque l’intenzione di fissare un incontro tra il sindaco Ascione, il suo vice Veltro e i due consiglieri del gruppo per mettere il punto sulla vicenda. Un incontro che però, al momento, ancora non c’è stato. “E’ vero – ha spiegato il consigliere Salvi -, ci siamo ripromessi che presto con Maria Longobardi ci confronteremo, ma da parte nostra non ci saranno problemi. Porteremo le nostre valutazioni che discuteremo nella maniera più pacifica possibile”.


Dì la tua...

 

Leggi i commenti

non ci sono commenti

Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi