Giovedì, 15 novembre 2018

 
 
 

Torre Annunziata. Il comitato Gente del Sarno contro amministrazione Cimmino: “Scellerati”

E’ polemica con il comune di Castellammare: “Alla riqualificazione del fiume si preferisce il cemento armato”

08-11-2018
di Marco De Rosa

 

“Invece di restituire dignità al Sarno, si pensa ancora a trattenere la forza della natura con il cemento armato. L’amministrazione comunale di Torre Annunziata e la Regione non facciano scaricabarile, i cittadini sono stanchi delle loro incapacità”.

Il Comitato Gente del Sarno scende in campo nella lotta contro i lavori di adeguamento del canale Bottaro a seconda foce del fiume Sarno, con una nota firmata da 30 fra cittadini e membri dell’associazione, tra i quali spicca la senatrice Virginia La Mura. Un documento con cui ci si oppone con forza all’ipotesi di una seconda bomba ecologia a Rovigliano.

“Il sindaco Ascione si è dimostrato ingenuo e incapace. E ora continua a confondere i cittadini nascondendo la verità”, hanno riferito quelli del comitato che poi si scagliano contro l’amministrazione comunale di Castellammare di Stabia: “La scelta di autorizzare la variante al piano regolatore per l’accelerazione dei lavori è scellerata e senza rispetto per i comuni limitrofi, che da anni battagliano contro una seconda foce del fiume”.

Inutili gli sforzi fatti ad aprile quando fu istituito un consiglio comunale monotematico da cui scaturì un documento approvato all’unanimità con l’obiettivo di coinvolgere enti locali e regionali e trovare soluzioni alternative alla seconda foce. “Tutto reso vano – hanno continuato quelli del comitato Gente del Sarno - da sindaci che nel corso degli anni hanno permesso uno sviluppo irregolare del territorio e ora piuttosto che optare per misure definitive che restituiscano corridoi di espansione al fiume Sarno, si pensa ancora a trattenere la forza della natura con il cemento armato. Chiediamo una vera riqualificazione del bacino idrografico che dia centralità alle comunità del parco fluviale, alla manutenzione ordinaria e non solo straordinaria del nostro territorio, nella prospettiva di uno sviluppo economico sostenibile. Basta con le scelte di convenienza elettorale. Noi ci opporremo con forza alla seconda foce”.

IL GENIO CIVILE ORDINA LA RIAPERTURA DELLA GRIGLIA -  L'OPPOSIZIONE INCALZA: LE PROTESTE DI CIRO ALFIERI E PIERPAOLO TELESE -  LE ACCUSE DI CIMMINO -  LO SFOGO DI AVITABILE -  LA RABBIA DI BUONDONNO (GOLFO DELLE MERAVIGLIE) -  LE PAROLE DEL SINDACO ASCIONE -  LA GARA D'APPALTO



Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi