Mercoledì, 20 febbraio 2019

 
 
 

Torre Annunziata. Veltro non si dimette, Ascione gli affida altre deleghe

Il vicesindaco vince il braccio di ferro e si prende l’ambiente e l’igiene urbana. Su Salvi: “Qualcuno vorrebbe un po’ più di visibilità”

11-02-2019
di Marco De Rosa

versione accessibile dell'articolo

 

Lascia o raddoppia a Torre Annunziata. La gestione dell’ambiente e dell’igiene urbana per ricostruire la fiducia. Sono le deleghe che il sindaco Ascione ha affidato al suo vice Gaetano Veltro questa mattina il quale, anziché lasciare la giunta come si vocifera da mesi, raddoppia gli impegni in giunta. Il passaggio è avvenuto in occasione della nomina in giunta di Martina Nastri (Generazione 2.0) al posto di Floriana Vaccaro.

Un affidamento di deleghe che sembra quasi una sorta di “ultima chiamata”: un tentativo estremo di ricucire i rapporti tra Ascione e Veltro dopo mesi di lotte sotteranee. Decenni di amicizia e condivisione politica gettate a mare in appena due anni di giunta.

Quello di Generazione 2.0 è il primo avvicendamento in giunta dalle elezioni del 2017. La settima poltrona in giunta (vuota dopo le dimissioni di Sofia Donnarumma, ndr) resterà libera ancora per molto. Il sindaco non può permettersi di assegnarla né al Pd, né all’area moderata: in entrambi i casi scontenterebbe qualcuno. Il sindaco forse utilizzerà questa casella come premio ai trasformisti Solimeno e Oriunto. I due hanno abbandonato l’opposizione per abbracciare il sindaco: e di certo non è una scelta a costo zero. Magari non adesso, forse dopo le Europee.

I MALUMORI ALL’INTERNO DEI PROGRESSISTI E DEMOCRATICI. Sul piano politico, intanto, all’interno del partito dei “Progressisti e democratici” resta qualche incomprensione di fondo. A dirlo è lo stesso Veltro: “Ci sono state tensioni interne che però nulla hanno a che fare con la sfera personale, si tratta di politica. Probabilmente qualcuno avrebbe voluto un po’ più di visibilità”. Una stoccata ai due consiglieri di riferimento (e in particolare al capogruppo Gerardo Salvi) eletti in consiglio comunale grazie al supporto determinante proprio di Veltro negli ultimi giorni di campagna elettorale. In ogni caso Veltro, forte delle deleghe assegnate, getta acqua sul fuoco. “Ci confronteremo presto per superare questi malumori”. E sarà probabilmente questo il tema della prossima riunione di partito, in programma martedì 12 febbraio, convocato dal segretario Antonio Muto.

LA FIDUCIA A VELTRO. Quel che è certo è che Gaetano Veltro resta saldamente sulla poltrona di vicesindaco. Respinta al mittente ogni voce sulle dimissioni, circolate con insistenza negli ultimi due mesi: “Il sindaco mi ha confermato la sua fiducia affidandomi le deleghe all’ambiente e all’igiene urbana – ha spiegato il vicesindaco Gaetano Veltro -. Penso non ci sia altro da dire, se non quella di mettermi subito all’opera in questi due settori”.


Dì la tua...

 

Leggi i commenti

non ci sono commenti

Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. Scopri l'informativa e come negare il consenso. OK, chiudi